Come preparare il bagaglio digitale prima delle vacanze senza l’incubo dei Giga

/Come preparare il bagaglio digitale prima delle vacanze senza l’incubo dei Giga


vero, andare in vacanza significa staccare. Lasciare a casa la quotidianit, le abitudini, tutto quello che ha a che fare
col lavoro e con la vita di tutti i giorni. Eppure, il tempo di una valigia e via ormai lontano. Tra le nuove priorit,
infatti, ora c’ senza dubbio il bagaglio digitale. E va preparato con cura. Perch oggi grazie a uno smartphone o a un tablet,
siamo in grado di portarci ovunque la musica, le serie tv, i libri.

il miracolo della digitalizzazione. Del tutto ovunque, in un click (o in un tap). Prima di partire per le vacanze, per,
il bagaglio digitale va preparato con cura. E va fatto per un motivo molto semplice: la connessione a Internet. Ok le tariffe
telefoniche con decine di giga in offerta, ma in certi casi – soprattutto quando c’ di mezzo un video – scaricare tutto sul
device prima di partire un’ottima idea.

Netflix e il download
Per chi utente Netflix, ad esempio, buona prassi sfruttare la possibilit del download dei video preferiti quando si
sotto copertura WiFi. E non un fatto di velocit, bitrate e roba simile (grazie al 4G, infatti, le performance di navigazione
sono equiparabili a una fibra domestica), ma di dati che si esauriscono in fretta. Un’intera Serie Tv su Netflix, soprattutto
se composta da pi stagioni, pu arrivare a pesare anche 100 gigabyte. Un salasso incredibile per la connessione dati. Per
poter accedere al download di contenuti Netflix necessario disporre di uno dei seguenti device: iPhone, iPad o iPod touch
con iOS 9.0 o versioni successive, smartphone o tablet Android 4.4.2 o versioni successive, tablet o computer con Windows
10 versione 1607 (Anniversary Update) o versioni successive. Su questi dispositivi compare in automatico, nell’area della
descrizione del titolo selezionato, l’icona del download. Va detto che i titoli scaricati non sono eterni ma hanno una scadenza,
e Netflix solitamente avvisa l’utente sette giorni prima che vengano rimossi dall’area download. Inoltre, non possibile
visualizzare i titoli scaricati in tutti i Paesi, quindi occhio alla meta.


Lo streaming in vacanza
Chi, invece, vorr utilizzare Netflix al bisogno, senza un download preventivo, far i conti con la connessione dati della
propria sim. In media un film consuma dai 400 agli 800 megabyte. Ed possibile utilizzare il proprio account anche quando
si in giro per l’Europa (anche se per un periodo di giorni limitato). Rispetto al consumo di dati, il piano tariffario
uguale a quello di base per chi rimane in Europa, mentre si va incontro ad extracosti per chi esce dall’UE. Va detto che queste
regole sono uguali un po’ per tutti i servizi di video streaming, non solo per Netflix. Dunque anche Timvision, Amazon Prime
Video, Sky (con SkyGo), Mediaset Premium e RaiPlay.

La musica
Discorso simile vale anche per la musica, spesso compagna d’estate sotto l’ombrellone. Anche qui vale la regola del download
preventivo per non bruciare i dati del proprio piano tariffario. Per chi utilizza Spotify, la possibilit di scaricare valanghe
di brani quando si ha copertura WiFi, cos da inserirle in una play list estiva un’ottima mossa. In alternativa c’ lo streaming
musicale autentico, a patto di essere raggiunti quanto meno da una rete 3G. Anche in questo caso vale la regola del roaming,
che in Europa stato abbattuto.


Il gaming
Scenario un po’ differente quello del gaming. Per gli appassionati del settore, la mobilit non un problema. Ma merita
preparazione. Oltre alle App di giochi presenti sui vari store (da Apple ad Android), l’alternativa migliore in viaggio rimane
la console portatile, come Nintendo Switch per capirci. Se sei un utente Xbox puoi sempre affidarti a Xbox Anyware che pagando
alla Netflix un abbonamento consente di accedere attraverso Windows 10 alla tua libreria di giochi su Xbox. Quello che serve
un Pc con Windows 10 e una connessione a Internet abbastanza stabile (ok il 4G, ma occhio ai dati). Certo, tocca avere
l’abbonamento e portarsi dietro un portatile. Se invece sei un giocatore Playstation in attesa di Playstation Now tocca portarsi
dietro tutta la console.

© Riproduzione riservata



Sorgente – ilsole24ore.com

2018-07-28T17:40:07+00:0028 luglio 2018|Feed Il Sole 24 Ore|0 Commenti

Lascia un commento

WhatsApp chat