Facebook come Tinder: debutta la funzione dating (con più privacy)

/Facebook come Tinder: debutta la funzione dating (con più privacy)


Chi dopo lo scandalo Cambridge Analytica si aspettava notizie a effetto dalla conferenza annuale degli sviluppatori di Facebook, in tutta probabilità sarà rimasto soddisfatto: il social network debutta infatti nel mercato dei siti di incontri dominato da Tinder. È stato lo stesso patron Mark Zuckerberg ad annunciarlo, aprendo F8, il tradizionale appuntamento per gli sviluppatori di s0ftware che si tiene a San Jose, in California.
Un intervento, quello di Zuck, in gran parte incentrato sugli sforzi che l’azienda sta facendo o ha intenzione di fare per proteggere i dati degli utenti dopo il clamoroso caso data gate, vera e propria perdita dell’innocenza, agli occhi dell’opinione pubblica, per Facebook. La nuova funzione di «dating», ha spiegato Zuckerberg, «è destinata a costruire relazioni autentiche e durevoli, non solo di una serata», ha assicurato il capoazienda, ricordando che circa 200 milioni degli oltre 2 miliardi di utenti sono celibi o nubili.

Facebook lancia sito per incontri

Gratis o a pagamento?

Zuckerberg non ha comunque precisato se il nuovo servizio sarà a pagamento ma ha sottolineato che gli utilizzatori potranno creare un «profilo di incontro» distinto dal profilo della loro pagina Facebook e che i partner potenziali saranno suggeriti sulla base dei dati di questo nuovo profilo. Dopo l’annuncio, uno dei principali siti di incontri a pagamento negli Usa, Match, è crollato a Wall Street del 17 per cento. Della serie: quando devi confrontarti con il colosso di Menlo Park, gli investitori sanno che hai ottime probabilità di farti male.

Clear History e cancelli la tua «storia»

Proseguono intanto le innovazioni del social network sul versante della privacy. Gli utenti di Facebook, da quello che ha spiegato Zuck. potranno cancellare la loro «storia» online, ossia tutti i dati della propria navigazione sul web. La nuova funzione, denominata Clear History, «vi permetterà di vedere i siti e le applicazioni che inviano informazioni mentre voi li utilizzate, di cancellare le informazioni dal vostro account e di disattivare la nostra capacità di immagazzinarli in futuro», ha spiegato Zuckerberg. «È un momento importante», sottolinea. «Dobbiamo fare di più per tenere le persone al sicuro e lo faremo. Ma dobbiamo anche continuare a costruire e a connettere il mondo». Quanto alle falle sulla sicurezza dimostrate dalla vicenda Cambridge Analytica, si tratta di un qualcosa che, secondo il fondatore di Facebook, «non deve più accadere». In ogni caso i dati societari sono più che positivi: la trimestrale presenta fatturato in crescita (12 miliardi di dollari), utenti pure (2,2 miliardi) e pubblicità che si impenna (11,8 miliardi), in larga parte grazie al canale mobile.

Tutte le novità, da Whattsapp a Instagram

Le novità di Manlo Park, in ogni caso, non si fermano al dating. Confermato il lancio del visore Oculus Go che sarà disponibile dal primo maggio 2019. E si arricchiscono le «storie», sia di Instagram che di Facebook: adesso potranno attingere materiale da altre app, come la musica da Spotify. Su Instagram debuttano inoltre la realtà aumentata e le video chat. Whatsapp consentirà chiamate e videochiamate di gruppo, mentre Messenger oltre a sperimentare (in beta version) la realtà aumentata darà la possibilità a venditori e acquirenti di Marketplace di tradurre in tempo reale gli annunci in lingua diversa dalla propria.

© Riproduzione riservata



Source link

2018-05-02T12:09:20+00:002 maggio 2018|Feed Il Sole 24 Ore|0 Commenti

Lascia un commento

WhatsApp chat