Israele si prepara a fare da apripista con la prima missione destinata a portare sul suolo lunare il primo veicolo di un’azienda privata. Se tutto andr secondo i piani, l’organizzazione no-profit israeliana SpaceIL lancer il suo lander lunare su un razzo SpaceX Falcon 9 dell’azienda SpaceX di Elon Musk domani alle 8:45 pomeridiane di Cape Canaveral, in Florida.

SpaceIL, ha raccolto 100 milioni di dollari grazie a imprenditori, istituti di ricerca, Industrie aerospaziali israeliane
(Iai) e Agenzia spaziale israeliana (Isa), ma prima di decretare il successo della missione, il suo rover ha un lungo viaggio
da fare: 30 minuti dopo il decollo, l’astronave si staccher dal razzo e inizier un viaggio di 40 giorni durante i quali,
il veicolo spaziale eseguir una serie di orbite ellittiche che lentamente si allontaneranno dalla Terra fino ad entrare
nell’orbita lunare. Trascorrer quindi sei giorni in orbita attorno alla Luna fino a quando non tenter un atterraggio. La
prima opportunit di sbarco arriver l’11 aprile.

Il rover si chiama Beresheet, che in ebraico significa “all’inizio”, ed poco pi che una dimostrazione di fattibilit,
dal momento che la missione scientifica semplice e durer solo un paio di giorni, ma la sua importanza simbolica: la prima missione israeliana e allo stesso tempo privata sul suolo lunare, che potrebbe cambiare l’esplorazione spaziale.


In futuro istituzioni pubbliche e aziende private, come agenzie spaziali e centri di ricerca fino alle compagnie di telecomunicazioni,
potrebbero acquistare spazi su veicoli privati per trasportare strumenti sul nostro satellite.

SpaceIL aveva partecipato in passato al Google Lunar X Prize, la competizione spaziale da 30 milioni di dollari iniziata nel
2007 e chiusa nel 2018 senza vincitori. L’azienda sar quindi la prima, tra i concorrenti di quel concorso, a raggiungere
finalmente la Luna. Almeno altre cinque aziende si preparano a seguirla e hanno gi in programma lanci entro i prossimi due
anni: Moon Express, il primo dei team a ottenere il via libera punta al 2020, Astrobotic al primo trimestre del 2021.

© Riproduzione riservata



Sorgente – ilsole24ore.com