«Rivoluzionare le soluzioni di pagamento per le piccole imprese in Italia»: con questo obiettivo Olivetti annuncia la partnership
con SumUp, società fintech che permette alle aziende di ogni dimensione di ricevere pagamenti in modo semplice e veloce. Come
ricorda il comunicato, dal 2011 SumUp permette alle pmi di accettare, anche senza la tradizionale apparecchiatura POS, pagamenti
con carta in-store, in-app e online sui maggiori circuiti di carte di credito e di debito, oltre che tramite Google Pay e
ApplePay: i suoi terminali di pagamento devono solo essere collegati ad uno smartphone o a un tablet dell’esercente.


Il nuovo sistema di cassa Olivetti, basato sul sistema operativo Android, è quindi integrato con il lettore di carte wireless
SumUp: i due dispositivi sono collegati tra loro via bluetooth per abilitare il passaggio automatico dei dati relativi alla
transazione, evitando al commerciante la doppia digitazione dell’importo (sulla cassa e sul lettore).

La soluzione permette di adeguarsi agli obblighi introdotti dalla direttiva sullo scontrino elettronico. Olivetti è impegnata
a sostenere gli esercenti in ogni fase del processo di adeguamento alla normativa e a facilitare la transizione rendendola
più agevole e rapida possibile. SumUp sarà un importante partner in questo processo grazie alla consolidata esperienza nel
settore che ha evidenziato significativi miglioramenti nel business per i commercianti dopo aver introdotto l’accettazione
delle carte di credito e debito


«I negozi di prossimità continuano a giocare un ruolo di primaria importanza anche in un’epoca in cui l’e-commerce cresce
in modo esponenziale. Perciò l’esperienza del cliente presso il negozio deve diventare sempre più soddisfacente» afferma Antonio
Cirillo, AD di Olivetti.

«Il panorama dei pagamenti sta cambiando rapidamente, la tecnologia e i prodotti si stanno innovando e la legislazione si
sta adattando», commenta Marc-Alexander Christ, co-founder di SumUp. «Siamo felici di unire le forze con un partner forte
come Olivetti per aiutare le piccole e medie imprese, dalla gelateria siciliana al meccanico torinese, a stare al passo con
i tempi e a crescere attraverso l’accettazione della carta di credito».

© Riproduzione riservata



Sorgente – ilsole24ore.com